pensione_piva.gif

Lavoratori con partita Iva: l'importanza della pensione integrativa

Quando la pensione sembra ancora un miraggio, è il momento giusto per cercare soluzioni complementari a quella pubblica o della propria categoria professionale. Per avere più rendita domani e più vantaggi fiscali oggi.


Andare in pensione è un traguardo sempre più lontano. A confermarlo è Tito Boeri, presidente dell’Inps, che lancia l’allarme: «Le persone nate nel 1980 dovranno lavorare più a lungo, anche fino a 75 anni». Una preoccupazione in più per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva, un esercito di 5 milioni 424 mila italiani (dato Istat ottobre 2016), fuori dalla gestione principale Inps e danneggiati più dei dipendenti dal passaggio al metodo contributivo, che calcola la pensione sulla base dei contributi versati. Anche l’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), nella presentazione del rapporto annuale, sottolinea che con il passaggio a un sistema pienamente contributivo, chi perderà il lavoro prima dei 70 anni, dopo una vita a salari bassi, potrebbe andare incontro a problemi di sostenibilità.

Continua a leggere

pensione__integrativa_01.gif

Pensione integrativa: 7 risposte-chiave per non avere più dubbi

Ecco una guida utile per scoprire perché fin da giovani è importante pensare a una vecchiaia serena.

Obiettivo: mantenere il proprio tenore di vita e vivere felici


Calcolo contributivo o retributivo? Quota 100 (tra età anagrafica e anni di contributi) o ritiro a 41 anni di anzianità?

Il futuro della pensione obbligatoria è sempre più incerto. E così la previdenza integrativa accende sempre di più l'interesse degli italiani. Il motivo è semplice: con l’avanzare dell’età pensionabile è importante pensare a una forma di integrazione fiscalmente agevolata per mantenere inalterato il proprio tenore di vita. L'importante è pensarci per tempo, quando si è ancora giovani, magari facendosi un'idea della cifra da accantonare in base alla potenziale differenza tra l'ultimo stipendio percepito prima di andare in pensione e il primo assegno erogato dall'Inps. Per saperlo, bastano pochi clic e l'aiuto di un calcolatore online. Questo strumento, con poche semplici domande, oltre a presentare proposte di rendita integrativa e il relativo versamento richiesto, fornisce evidenza del gap previdenziale netto a chi ha i dati della “ busta arancione” dell'Inps. Ecco le risposte a sette domande tra le più frequenti:

Continua a leggere

elettrodomestici.jpg

Emergenza elettrodomestici

Quando si acquista un elettrodomestico nuovo, di solito ci si sente al sicuro: se non funziona, è “in garanzia”.

Ma come si fa a verificarne la copertura?

Esistono due tipologie: la garanzia legale di conformità e la garanzia convenzionale.

La prima è una tutela obbligatoria prevista dal Codice del Consumo (articoli 128 e seguenti) per proteggere il consumatore in caso di acquisto di prodotti difettosi che funzionano male o non rispondono all’uso dichiarato. La garanzia legale dura due anni dall’acquisto e deve essere fatta valere entro due mesi dalla scoperta del difetto: occorre quindi conservare sempre la ricevuta fiscale o lo scontrino, di cui è meglio fare subito una fotocopia perché le carte termiche possono scolorirsi con il tempo.

Continua a leggere

BROASS ASSICURAZIONI s.a.s di Bruzzo Lucia e Roncallo Carolina
Via De Gasperi 33/R | 16014 Campomorone (GE) | P.I. 01161910995 | RUI A000115677
Tel +39 010 781567 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Privacy Policy

Cookie Policy