01-autoelettriche.gif

Auto elettriche e ibride: 4 buoni motivi per sceglierle

Libertà di circolazione in città, riduzione dei costi di manutenzione e agevolazioni assicurative e fiscali: le vetture elettriche, ibride e plug-in convengono. Ecco perché

L’auto ecologica fa bene all’ambiente e, al tempo stesso, al portafoglio. Le vetture elettriche, che funzionano solo attraverso la ricarica delle batterie, quelle ibride, che vanno sia con la benzina verde sia con le batterie, e le ibride plug-in, in cui la ricarica delle batterie può avvenire anche attraverso la normale presa di corrente, hanno sempre più successo: non solo perché azzerano o, nel caso delle ibride, riducono drasticamente le emissioni inquinanti, ma anche perché garantiscono agevolazioni fiscali e libertà nella mobilità urbana, sconosciute ai veicoli tradizionali. Ecco i quattro principali vantaggi:

Costo carburante ridotto. Una moderna auto elettrica può contare, come minimo, su un’autonomia di circa 300 km a un costo irrisorio, se confrontato a un pieno di benzina. Un esempio? Una berlina compatta elettrica come la BMW i3 94 Ah percorre mediamente 7,9 km per ogni kWh con un costo chilometrico di 0,046 euro/km. Una vettura tradizionale di analoghe dimensioni (come la Fiat Punto 1.2), invece, copre mediamente, 18,9 km con un litro di benzina. Se si considera il costo medio della benzina a 1,550 euro/litro, il costo chilometrico, in questo caso, è di 0,082 euro/km: quasi il doppio rispetto alla propulsione a batteria. Stesso discorso per quanto concerne le ibride e le ibride plug-in che, almeno per 50 km, si comportano come una vettura elettrica al 100% e che, una volta messo in moto il motore termico, possono comunque godere del contributo del propulsore alimentato a batteria, contenendo ulteriormente i consumi. 

Leggerezza e aerodinamica. La riduzione delle spese per il carburante poggia su due caratteristiche tipiche delle vetture elettriche e ibride: il generale contenimento dei pesi (che varia però da modello a modello) e l’aerodinamica raffinata. Il primo aspetto viene solitamente affrontato grazie al ricorso alla lega leggera (alluminio) o alle fibre composite – in particolare il poliuretano termoplastico abbinato al carbonio (CFRP) – destinate alla realizzazione di componenti quali il cofano, il portellone, il tetto e le sospensioni. Non meno importante l’aerodinamica, che consente di ridurre quanto più possibile la resistenza all’aria e, quindi, il consumo del motore. In tal caso, oltre alla forma della vettura, giocano a favore alcune soluzioni quali: le appendici specifiche che deviano i flussi davanti alle ruote anteriori, i deflettori (appendici sagomate che deviano i flussi d'aria) lungo la calandra (la prosecuzione verticale del cofano anteriore), il fondo piatto delle vetture e il design dei cerchi, in grado di massimizzare l’efficienza aerodinamica.

Libero accesso alle ZTL. Il risparmio di carburante è solo uno dei vantaggi connaturati alle auto ecologiche. Se, infatti, la convenienza e la sostenibilità non bastano per convincere i detrattori di questa ampia categoria di vetture, allora è possibile parlare della praticità dei veicoli. A partire dal libero accesso – o pagando pedaggi sensibilmente ridotti rispetto ai veicoli tradizionali – alle ZTL (zone a traffico limitato), passando per la gratuità della sosta sulle strisce blu, sino ad arrivare all’esenzione dal bollo, nel caso delle elettriche, per cinque anni su tutto il territorio nazionale (a vita in Lombardia e Piemonte). Una volta scaduto tale termine, si paga una cifra ridotta del 75% rispetto allo standard, come riportato dall'ACI, che fornisce anche una guida normativa per ogni Regione.

Esenzione dal bollo. Le vetture plug-in godono delle stesse agevolazioni delle ibride standard. Per esempio, dell’esenzione dalla tassa di possesso per un lungo periodo (in Veneto, Lazio, Campania, Umbria ed Emilia Romagna per tre anni, in Basilicata, Liguria, Marche e Puglia per cinque anni), mentre nelle restanti zone d’Italia la tassa automobilistica viene calcolata in funzione della potenza del solo motore termico, non considerando l’apporto dell’elettrico. Inoltre, la manutenzione non comporta costi aggiuntivi e la garanzia resta la stessa dei modelli tradizionali, dato l’alto livello di affidabilità raggiunto dalla tecnologia ibrida. Nel caso delle elettriche, la manutenzione è addirittura più economica rispetto a qualsiasi modello dotato di un motore termico, data l’assenza di componenti meccaniche fortemente sottoposte all’usura.

Le auto ecologiche, dunque, convengono tanto alla collettività quanto ai singoli, e rappresentano una scelta virtuosa che, se abbinata a una polizza versatile che permette di scegliere le garanzie più adatte al proprio stile di guida, può consentire risparmi ancora maggiori, ad esempio grazie al mantenimento della propria classe di merito interna se si verifica un sinistro per responsabilità dell’assicurato nel corso dell’anno.

BROASS ASSICURAZIONI s.a.s di Bruzzo Lucia e Roncallo Carolina
Via De Gasperi 33/R | 16014 Campomorone (GE) | P.I. 01161910995 | RUI A000115677
Tel +39 010 781567 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Credits MC2 WEB AGENCY GENOVA

Privacy Policy

Cookie Policy